Un’onesta conversazione

Un’iniziativa molto interessante: titoli semplici, piano non rigoroso da seguire, niente in vendita.

Una conversazione semplice, interattiva e onesta tra più persone con background e anzianità diversi ma con un’intelligenza intellettuale per condurre una discussione interessante incentrata sul sostegno al settore della moda per abbracciare un approccio più sostenibile.

 

Le sessioni di brainstorming bisettimanali sono il formato di Cuztom Collective, un team multidisciplinare:

 

Argomenti

 

Diversi argomenti interessanti del settore della moda in agenda e il 30 luglio la discussione è stata incentrata sul ruolo delle certificazioni nel settore della moda:

  • Cosa sono le certificazioni e cosa no?
  • Certificato da: ONG? Aziende private? Iniziative multi-stakeholder? Brand?…
  • Per certificare cosa? Prodotto? Azienda?…
  • E l’organo di revisione?
  • E perché non parlare dei certificati falsi?

 

Queste sono alcune delle domande discusse durante questo brainstorming / webinar, alcune hanno avuto risposta, altre no, ma alla fine, questo è probabilmente ciò che fa la differenza tra una lezione noiosa e una frizzante conversazione.

Una considerazione davvero interessante di Marzia Lanfranchi che coincide totalmente con la nostra visione in The ID Factory è che qualunque cosa possiamo dire, in realtà, la certificazione non dovrebbe essere l’obiettivo ma semplicemente un aiuto, e il lavoro sporco, complesso e coerente dovrebbe essere fatto nel mindset delle aziende, dei dirigenti, delle persone che operano in questo sistema e perché no … anche dei consumatori.

 

Iniziative come Fashion Revolution, Good on You, B Corp e molti altri stanno lavorando in quest’area con grandi risultati e, sempre più, ne arriveranno in questa nuova era della moda.

 

Questo settore come entità divina intoccabile sembra non avere possibilità di cambiare e probabilmente è così, ma solo se ne parliamo ancora in questo modo ma, se invece ci fermiamo un minuto  ci renderemo conto che alla fine sono le persone che creano ogni giorno il mondo e il modo in cui viviamo e sono le persone che decidono se cambiare, beh probabilmente allora avremo molte più possibilità di fare qualche differenza.

 

Conclusioni

 

Brainstorming come Cuztom Collective possono essere estremamente potenti, fornire preziose informazioni alle persone senza aspettarsi nulla in cambio può generare un valore che presto o tardi si evolverà in un’onda.

In The ID Factory abbiamo la stessa visione ed è per questo che abbiamo iniziato il nostro programma  The IDea Factory , esattamente per condividere idee senza la presunzione di avere ragione o dare risposte ma con un semplice obiettivo, lasciare che le persone coinvolte (e non) scoprano qualche domanda a cui dare una risposta.

Vediamo quale sarà il prossimo argomento affrontato da Cuztom Collettive il prossimo 10 settembre, da provare, raccomandato.

;

Completa il form per scaricare i file