Un progetto di innovazione culturale: Zanella Virtual Reality

Il progetto: Zanella VR, il poeta si racconta

 

Quando l’innovazione incontra il passato, la cultura e la tradizione non può che nascere un’esperienza unica e preziosa.

Il progetto Zanella VR nasce dall’idea del nostro fondatore Massimo Brandellero, sostenitore e amante della cultura e del territorio locale, desideroso di festeggiare e dare il giusto contributo al bicentenario della nascita di uno dei più grandi poeti veneti, Giacomo Zanella. 

Appoggiato dalla giunta comunale di Chiampo e da un gruppo di imprenditori locali, insieme ad una giovane azienda innovativa Digital Mosaik, specializzata in realtà virtuale, ha dato forma ad un progetto di innovazione culturale. 

L’obiettivo è quello di far rivivere la memoria di un grande poeta, raccontando i suoi versi attraverso un linguaggio innovativo. Un viaggio nel tempo, un ritorno alla fanciullezza e ai ricordi in quella che fu la casa di Zanella, con la veglia nella stanza del camino, la timida viola che fa capolino nel giardino e la famosa conchiglia fossile.

Sono state utilizzate le tecnologie più moderne e all’avanguardia per ricostruire minuziosamente in 3D la casa del poeta e tutti i dettagli che ne fanno parte. In questo modo tutti i testi e le poesie di Zanella prendono magicamente vita attraverso una rappresentazione figurativa degli stessi che, accompagnati dalla voce teatrale del poeta, trasportano gli spettatori in un viaggio nel tempo. 

 

Il nostro supporto alla comunità: l’importanza della diffusione della cultura tra i giovani

 

The ID Factory srl Società Benefit crede fermamente in un nuovo modo di fare impresa. Lo scopo della nostra attività economica non prevede solo il profitto e la divisione degli utili, ma persegue più finalità di beneficio comune operando in modo trasparente e sostenibile.

L’azienda promuove attività di impatto positivo nella comunità in cui opera, valorizza e diffonde l’utilizzo di strumenti tecnologici innovativi, attraverso progetti educativi e di promozione culturale avvalendosi di collaborazioni con altre organizzazioni. 

La cultura e l’istruzione sono strumenti essenziali per l’uomo, indispensabili per comprendere e avere la consapevolezza di ciò che si è, di ciò che si fa e di ciò a cui si va incontro. Bisogna conoscere il passato, per capire il presente e orientare il futuro, diceva Tucidide. La cultura è il motore del cambiamento e del progresso non solo tecnologico e economico ma anche sociale e culturale. Gli studenti di oggi saranno i plasmatori del domani per cui devono essere consapevoli del proprio valore sociale di apporto e costruzione di una nuova società, capaci di trasformare il cambiamento in miglioramento (1). L’azienda si mette a servizio del territorio con lo scopo di generare benessere e valore condiviso e promuove un cambiamento culturale dove tutti i membri della comunità accompagnano e puntano sulle nuove generazioni. 

 

I benefici e i risultati del progetto 

 

La diffusione della cultura e della poesia, in questo caso quella di Zanella, tramite un mezzo di comunicazione così innovativo, come la realtà virtuale, presenta molti vantaggi in termini di engagement e coinvolgimento. Il progetto educativo destinato non solo ai più giovani, ma anche agli adulti suscita nei destinatari maggiore attenzione e interesse. L’esperienza è un viaggio interattivo che permette al singolo di entrare in stretto contatto con la poesia di Zanella, immergendosi completamente in un passato che poteva solo essere immaginato leggendo i versi del poeta. 

L’iniziativa non è stata pensata esclusivamente per celebrare il bicentenario della nascita di Zanella ma è destinato a durare nel tempo come strumento culturale ed educativo per ragazzi, studenti e adulti. I visori della realtà 3D verranno regalati alle numerose scuole intitolate a Zanella e saranno messi a disposizione per gli eventi dedicati al poeta. In diversi appuntamenti, inoltre, si potranno indossare i visori 3D per conoscere la casa di Zanella e per vivere insieme a lui l’emozione di alcune delle sue poesie più famose.

 

(1)  Alessandro Rosina, docente di Demografia, direttore del dipartimento di Scienze statistiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano

Completa il form per scaricare i file