About us
Obiettivo eccellenza: The ID Factory presenta Lab ID project

The ID Factory ha recentemente lanciato Lab ID, una nuova piattaforma dedicata alla valutazione del rischio chimico.

 

Se avete mai ricevuto lamentele sui vostri prodotti a causa di problemi legati all'impiego di sostanze chimiche, è probabile che vi sentiate già coinvolti dalla faccenda senza bisogno di menzionare la spiacevolissima situazione in cui magari un vostro prodotto non abbia superato un test di qualità.

 

Che si tratti di un caso isolato o del sintomo di una criticità più grande a livello della vostra supply chain, non riuscire a mantenere un certo standard porta sempre con sé delle conseguenze non trascurabili.

 

Come prima cosa dobbiamo pensare al fatto che la mancata soddisfazione degli standard (o delle aspettative dei clienti) può danneggiare pesantemente l'immagine aziendale. Come se non bastasse, un risultato negativo in termini di valutazione di rischio chimico può facilmente tradursi in multe salate. Riassumendo, danno d'immagine, perdita economica e frustrazione personale sono soltanto alcuni degli effetti indesiderati che una singola irregolarità può causare.

 

Per questo The ID Factory ha raccolto la sfida di trovare un modo per semplificare la vita di ogni attore coinvolto nella produzione della pelle. Il risultato di quattro anni spesi tra ricerche approfondite, sperimentazioni e sviluppo tecnologico è proprio Lab ID, un nuovissimo strumento pronto a cambiare le carte in tavola.

 

Lab ID può ridurre il rischio di riscontrare problemi legati all'impiego di sostanze chimiche fino al 99%, rendendo la pelle “a prova di test” in un brevissimo lasso di tempo. In pratica si tratta di un sofisticato sistema di monitoraggio che si concentra sulla produzione e sulla supply chain per aumentare la nostra consapevolezza e ridurre la possibilità di difetti produttivi.

 

Oggi, Lab ID è un protocollo di controllo certificato da Bureau Veritas. Il protocollo monitora l'intero processo conciario, e verifica che il prodotto finito rispetti il vostro RSL così come tutti i limiti imposti a livello legislativo.

 

Le concerie che hanno già implementato Lab ID hanno registrato un calo degli esami con esito negativo pari al 99%, e questo nel tempo di una sola stagione. Per poter raggiungere risultati così brillanti, il protocollo di controllo deve monitorare la supply chain a partire dalle materie prime, andando ben oltre il classico controllo a campione.

 

Lab ID è accompagnato da un'apposita piattaforma coordinata che consente all'utente di esaminare tutta la documentazione relativa alla compliance. Tutti i documenti e i registri sono firmati dai fornitori, che hanno dovuto preventivamente compilare un modulo di accreditamento. In questo modo, i registri aggiornati delle certificazioni ottenute rendono possibile la creazione del Supplier Score, una classifica che ti permette di dare un voto ai diversi fornitori.

 

Se volete migliorare la vostra supply chain e raggiungere risultati migliori in termini di uniformità del prodotto finito e valutazione del rischio chimico non vi resta che contattarci per ricevere più informazioni sul nostro Lab ID.