Certifications: The ID Factory joins Sustainable Apparel Coalition

Sustainable Apparel

The ID Factory ha da poco aderito alla Sustainable Apparel Coalition, un network che si autodescrive come “un’alleanza per la produzione sostenibile”. L’obiettivo principale della SAC è promuovere un’industria tessile, calzaturiera e della moda che non sia dannosa per le persone, le comunità e gli ambienti legati alle sue attività.

 

La coalizione include marchi, rivenditori, produttori e governi/ONG. Ogni settore mira a obiettivi specifici, e la SAC li sostiene tutti. La sostenibilità gioca un ruolo cruciale: marchi, rivenditori e produttori, infatti, condividono l’interesse di raggiungere e comunicare efficacemente i propri target di sostenibilità. D’altro canto, il settore accademico e le ONG sono ansiose di offrire il proprio contributo in materia di buone pratiche e possono offrire una prospettiva incisiva dall’esterno dell’industria.

 

La Sustainable Apparel Coalition supporta i suoi affiliati di tutto il mondo con uno strumento prezioso: l’Higg Index. Ideato e sviluppato dalla SAC, l’Indice fornisce una panoramica globale sulla performance delle diverse aziende in termini di sostenibilità. Monitorando ogni fase della produzione, infatti, è in grado di rafforzare le imprese assicurando allo stesso tempo la protezione dei lavoratori, delle comunità locali e del nostro pianeta.

 

Grazie all’Higg Index i consumatori possono comprendere meglio l’impatto dell’industria della moda, e le strutture manifatturiere possono essere valutate a seconda del loro impatto sociale e ambientale. Allo stesso tempo, marchi e rivenditori globali possono valutare la sostenibilità del ciclo di vita dei loro prodotti così come la propria catena di approvvigionamento.

 

The ID Factory ha scelto di unirsi alla Sustainable Apparel Coalition per prendere parte ad un movimento globale teso al cambiamento: abbracciando i valori chiave della SAC e unendo le forze con i nostri colleghi e competitor, ci stiamo impegnando attivamente a favore della trasparenza e delle buone pratiche.

 

Crediamo fermamente che questo tipo di cooperazione circolare possa portare benefici all’intera industria, e che si tratti di un modo efficace di lastricare la strada per un’evoluzione davvero significativa.